Questo è pur un bel cazzo è lungo è duro - Luigi Albano

Luigi Albano
Luigi Albano
LUIGI
LUIGI
Vai ai contenuti

Questo è pur un bel cazzo è lungo è duro

angolo proibito
Questo è pur un bel cazzo lungo e duro

Questo è pur un bel cazzo, e lungo, e groſſo.
Deh ſe l'hai caro, laſcia melo uedere,
Vogliam prouar, ſe potete tenere
Queſto cazzo in la potta e me adoſſo,
Come s'io uo prouar, come s'io poſſo,
Piu toſto queſto, che mangiare uouete.
Ma s'io uin frango poi ſtando ghiace,
Faròui mal. Tu hai 'l penſier del roſſo:
Gettati pure in letto, o nello ſpazzo
Sopra di me, che ſe Marforio foſſe,
Son gigante. Io n'hauerò ſolazzo,
Pur che mi tocchi le midolle, el'oſſo,
Con queſto tuo diuiniſſimo cazzo,
Che guariſce le potte della toſſe.
Aprite ben le coſcie,
Che potrian delle donne eſſer uedute,
De uoi meglio ueſtite, et non fottute.


(Tratto da sonetti lussuriosi di Pietro l'Aretino, 1556)


Torna ai contenuti