il diavolo e il vento - Luigi Albano

Luigi Albano
Luigi Albano
LUIGI
LUIGI
Vai ai contenuti

il diavolo e il vento

percorsi > leggende
Il Diavolo e il Vento.

Due viandanti giunti a un incrocio per un sentiero che dalla strada del Sempione conduce al paese di Vovogna, furono sorpresi da uno sbuffo di vento.

- curioso disse uno, è già la terza volta che passo di qui e sempre vi trovo questo noioso vento che mi porta via il cappello!

- si vede che sei un forestiero rispose l'altro. Devi sapere che su questa strada, prima che passasse Napoleone, Belloveso e tanti altri, era già disceso  nei tempi antichi antichi, un gran personaggio, il diavolo che strada facendo si incontrò con il vento con il quale proseguì il cammino. Giunti in questo posto dove ci troviamo noi, il diavolo picchiandosi la fronte disse al vento: - dimenticavo quella piccola faccenda che devo sbrigare a Vogogna, è un affare molto delicato e c'è bisogno della mia presenza, aspettami un momento che sono subito di ritorno. Ma dopo aver sbrigato la faccenda, il diavolo ne trovò delle altre ben più importanti, poi altre, poi altre ancora in gran numero, trovò così buon terreno per i suoi affari che non è più ritornato qui, mentre il vento fedele alla richiesta di attesa del diavolo è ancora qui ad aspettarlo, ecco perchè ogni volta che passi di qui c'è questo noioso vento...

Torna ai contenuti