memorie eliotropismo - Luigi Albano

Luigi Albano
Luigi Albano
LUIGI
LUIGI
Vai ai contenuti

memorie eliotropismo

percorsi > miscellanea
Annotazioni Memoria sull'Eliotropismo dell'Helianthus e sulla Catalessi del Dracocephalum

  1. Il Baily nell'Encicl. portatile. Quanti fiori volgono incessantemente i loro sguardi verso l’astro dator della vita? Gli antichi avevano osservato questo fenomeno e lo avevano introdotto nella loro mitologia Clizia lnconsolablle di aver perduto l‘amore di Apollo, rifiutandosi ad ogni altro conforto, venne finalmente trasformata in un fiore che si volge incessantemente verso il sole: questo fiore e l’Eiiotropio degli antichi che noi non conosciamo pienamente.
  2. Physiel. veget. tom. 2. p. 288. « Enfin l'heliantus annus, vulgairement appelè soleil, on queiquefois tournesol, doit ces diverscs denominations à ce que le disque de son capitule de fleurs est, par une flexion du sommet de la tige, penché Vers l’orient le matin, vers le sud a midi, vers l’occident le soir, et semble ainsi suivre la marche apparente diurne du soieil ».
  3. Botanica comparata p. 202. In proposito dell'azione della luce sulla appendici (vi sono alcune piante che girano i loro fiori verso il sole, in guisa che questi guardano il mattino verso Oriente, e sul far della sera sono rivolti all’Occidente. A questa particolarità l‘'Heliantus annus, che offre simil fenomeno in un modo ossai manifesto, deve il suo nome, conoscendosi tra noi con nome di girasole, tournesol dei Francesi.
  4. Intorno al fenomeno comunente creduto del girasole. Artic. estr. dal fogl. di Modena n. 220. 10. Agosto 1843. Per quanto io mi sia dato premura di tenere in quotidiana osservazione la pianta mentovata non mi è stato dato di verificare nella medesima la ridctta proprietà di seguire il corso del sole, per la qual cosa ho stimato conveniente di indicare questo errore affinché questo preteso fenomeno non venga più annoverato mi le particolarità degne di osservazione che sono da noterai nelle piante. Le mie osservazioni in proposito corrispondono pienamente a quelle fatte già da qualche anno dal Chiarissimo sig. Professor De Brignoli, e alle altre praticate in questo B. Giardino Botanico dall’egregio giardiniere in Capo sig. Carlo Susan, avendo nei sempre veduto che i flori dell’Heliantus in qualunque circostanza di tempo, di luogo e d’età della pianta si mantengono costantemente rivolti verso lo stesso punto, né mal seguono con movimento alcuno di torsione il corso solare. Checchè ne sia però di questo fiore Eliotropico degli antichi e della sua possibile esistenza fatto è che per riguardo all‘Ellanto nostro, nulla affatto si verifica di questo movimento di torsione verso il sole che gli viene attribuito.
Torna ai contenuti